calza della befana fitness

Quest’anno avete deciso di rinunciare alla calza della Befana perché non volete “sgarrare” ancora? Vi sentite in colpa per tutti i dolci e i cibi ipercalorici che avete ingerito in questi giorni di festa? State cercando di mettervi a dieta e non intendete mandare all’aria tutto abbuffandovi di caramelle e cioccolatini?

Alt! Non è detto che debba essere così! La calza della Befana è una tradizione che può essere mantenuta senza mettere a repentaglio la vostra linea. Come? Basta moderarsi nelle quantità e scegliere solo determinati alimenti da infilare nella calzetta.

Quali cibi mettere nella calza della Befana?

Ecco qualche suggerimento per comporre una calza della Befana fitness, per concedervi il piacere di festeggiare la vostra affezionata vecchina, proprio come facevate da bambini, senza esagerare con i grassi e con gli zuccheri:

  • un pugno di frutta secca oleosa, un ottimo spuntino che permette di mantenere costante nel corso della giornata la glicemia, evitando le oscillazioni di glucosio nel sangue.
  • una o due barrette di cioccolato, rigorosamente fondente, che rappresenta una generosa fonte di flavonoidi, rinomati antiossidanti.
  • una bevanda con poche calorie, frizzantina, con una buona percentuale di succo di frutta e alto contenuto di vitamine del gruppo B, indispensabili per rendere al massimo durante la pratica sportiva.
  • una o due barrette iperproteiche per sportivi (da mangiare come sostitutivo del pranzo o della cena)
  • una manciata di mirtilli, ottimi antiossidanti e flebotonici, da assumere al posto delle caramelle!
  • qualche bacca di Goji, frutto dalle numerose virtù e dal sapore buonissimo.

Un ultimo consiglio: se dopo aver finito di mangiare la calza vi dovesse venir voglia di fare qualche torsione casalinga per snellire i fianchi, magari usando la famosa scopa della vecchina… be’, non è assolutamente una buona idea!

 

LASCIA UN COMMENTO